L’Accademia etrusca di Cortona: collezionismo e Repubblica delle Lettere nell’Europa del Settecento

Responsabile e coordinatore
MAURIZIO GHELARDI

Grazie alla collaborazione di istituzioni italiane e straniere, come l’INHA di Parigi, il Dipartimento di storia dell’arte di Neuchâtel e vari musei europei, il progetto propone di sviluppare una ricerca articolata secondo le seguenti linee guida:
1. Etruscologia come Antirinascimento: il mito dell’antica sapienza italica nelle fonti classiche e nell’Etruria medicea nell’ambito dell’antiquaria in Italia e in Europa tra il XVII e il XVIII secolo ed in particolare a partire dalle attività dell’Accademia etrusca di Cortona;
2. Esplorazione, studio e trascrizione delle fonti documentarie conservate negli archivi dell’Accademia etrusca sull’acquisizione e circolazione di manufatti etruschi in Europa;
3. Nascita ed evoluzione delle collezioni cortonesi: le collezioni, i reperti, le acquisizioni (scoperte, acquisti, scambi, doni, restauri); lo sviluppo delle forme espositive, dal museo settecentesco alla moderna museologia;
4. Mappa delle opere appartenute all’Accademia etrusca oggi presenti nei Musei del Louvre, dell’Ermitage di San Pietroburgo, del British Museum e del Kunsthistorishes Museum di Vienna;
5. Ricerca applicata: La fortuna visiva di Cortona nel XVIII e nel XIX secolo, prendendo spunto dal progetto La Fortuna visiva di Pompei;
6. Didattica (corsi specialistici) a Cortona: paleografia (l’archivio dell’Accademia etrusca); portale storico-archeologico di Cortona; sperimentazione con strumenti nanotecnologici per la conservazione e manutenzione di manufatti archeologici del Museo Accademia Etrusca di Cortona (MAEC).
In tale prospettiva fondamentale appare il rapporto tra il Centro e il MAEC, ove sono esposti i materiali delle collezioni antiche. Così come attesta la documentazione conservata nell’Accademia Etrusca, soprattutto in relazione alle Notti Coritane, tali reperti dovranno essere studiati in relazione al più ampio territorio della Val di Chiana. La documentazione storica dell’Accademia Etrusca rappresenta un elemento unico per ricostruire il rapporto tra il patrimonio proveniente dal territorio e i reperti che hanno costituito, fin dall’inizio del Settecento, la nascita e la formazione di un collezionismo antiquario.


Personale:
Ilaria Bianchi (assegno di ricerca, storica dell’arte)
ilaria.bianchi@sns.it

Durata
2013-2015

W3C quality assurance

Convalida XHTML Convalida CSS
LABORATORIO DI DOCUMENTAZIONE STORICO ARTISTICA
piazza dei Cavalieri, 8 56126 Pisa, Italia
Tel. 050.509870 Fax 050.509790
E-mail: docstar@sns.it
sfondo piede